Corso di Break Dance

Il corso di Break dance di Latino51 Academy Bologna è aperto a bambini e ragazzi dagli 8 ai 14 anni, Si tratta di una danza individuale originariamente svolta all’interno di un cerchio di persone (cypher) e composta da una parte in piedi (toprock) e una serie di movimenti a stretto contatto con il pavimento (footwork, powermove, freeze). La Break dance è considerata una delle discipline di ballo che compongono la cultura Hip Hop.
Dopo le lezioni di Break Dance sarà l’allievo che, seguendo la propria creatività, assembla movimenti e crea sequenze con il supporto dell’insegnante.

Le lezioni di break dance per bambini si svolgono in un ambiente pulito, con pavimento in parquet.

Per partecipare al corso di break dance, l’abbigliamento deve essere comodo. Vanno benissimo quindi tuta e scarpe da ginnastica (dedicate alla palestra, quindi pulite) e cuffia.

Puoi portare i bambini con lo zainetto o il borsone e poi farli cambiare da noi, Latino 51 Academy è una scuola di ballo dotata di ampi spogliatoi, armadietti e docce!

Livelli lezioni di Break Dance

  • 8-14 anni

Insegnanti di Break Dance

Contatti

Orario corsi Break Dance

LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
17:00 - 18:00 Break Dance
SALA NIKE
17:00 - 18:00
8-14 ANNI
Alberto Lugliè
LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
Clicca sul nome del corso per avere maggiori informazioni

Giovedì

LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
17:00 - 18:00 Break Dance
SALA NIKE
17:00 - 18:00
8-14 ANNI
Alberto Lugliè
LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
Clicca sul nome del corso per avere maggiori informazioni

Giovedì

La musica e il ballo Break dance

La danza Break dance (detta anche B-Boying o Breaking) è un ballo acrobatico sviluppatosi ad opera delle comunità afro-americane e latine a partire dal 1968 nel Bronx di New York. La Break dance nasce musicalmente sui break del dj giamaicano, padre fondatore della cultura Hip Hop.

 

Le Origini della break dance e le sue fasi

Le origini di questo ballo sono abbastanza incerte, date le tantissime influenze nel corso della sua storia. In generale, per convenzione, la sua nascita viene stabilita intorno alla fine degli anni ’60 / prima metà degli anni ’70, tra i giovani afroamericani del South Bronx di New York.

Dj Kool Herc, conosciuto anche come il fondatore del movimento Hip Hop, battezzò “B-boys” i giovani ballerini che si esibivamo durante le sue performance musicali.

 

The Blueprint (1968-1974)
Questa fase pose le basi per la Breakdance odierna. I primi b-boys furono: Klark Kent, The Amazing Bobo, James Bonf, Sau Sau, Tricksy, El Dorado Mike, The Nigga Twins. Questi ultimi sono identificati con molta probabilità come i primissimi B-boys in assoluto.

Alle origini, la maggior parte dei passi erano in piedi e a terra non si seguiva nessuna struttura di base. In questo periodo la comunità afro-americana dominava la scena, mentre quella latina (portoricani in prevalenza) era abbastanza emarginata. Il Breaking era una cosa prettamente da “neri”.

 

Foundation (1975-1979)
La seconda fase si apre con l’ascesa del Dj Charlie Chase che portò alla ribalta lo “stile latino”. Tutto ciò permise allo stile di ballo della comunità latina di integrarsi con quello della comunità nera. Molti passi base relativi alle quattro componenti di cui il B-boying moderno è composto, furono introdotti in questi anni da una nuova generazione di b-boys. Prendendo spunto dalla Salsa e dalla Capoeira, i portoricani furono i reali creatori della “foundation” del B-boying.

In particolare ricordiamo il C.C.Long (six step) e il Track, mosse fondamentali per ciò che riguarda i Footwork.

Nel 1977 viene fondata la Rock Steady Crew destinata ad essere portavoce delle vere origini del B-boying. Tuttavia nel 1979 erano molti i b-boys che avevano abbandonato la danza per dedicarsi ad altre discipline della cultura Hip Hop (DJing, Graffiti, Rap) diffondendo non poca crisi e perplessità sul futuro del B-boying.

 

Powermove Era (anni ’80)
Negli anni Ottanta, la Rock Steady Crew di NY, grazie al giovane Crazy Legs, reclutò molti b-boys anche fuori dal Bronx. Ken Swift, Mr. Freeze, Lil Crazy Legs e molti altri, divennero esponenti della Rock Steady nella zona di Manhattan. In breve nacquero molte altre crew fra cui i Dynamic Rockers, protagonisti assieme ai Rock Steady, della celebre sfida al Lincoln Center di New York del 1981. Questa sfida fu la prima ad essere trasmessa via etere dalla ABC e successivamente inserita nel documentario Style Wars (1982) della P.B.S.. Negli anni a seguire, l’esplosione mediatica che la Break dance ebbe, offrì l’opportunità a migliaia di giovani di confrontarsi con questa nuova forma d’espressione. Nella West Coast, a Los Angeles, i b-boys si concentrarono molto sulla pratica delle powermoves ed introdussero molte evoluzioni. Televisione, pubblicità, cinema, teatro, festival: la breakdance era dappertutto e la sua pratica si diffondeva in tutto il mondo.

 

Oggi (’90-in poi)
Benché la forte popolarità del Breaking sia scemata negli anni 1990, è rimasto comunque un fenomeno tradizionale per il grande pubblico, mantenendo una certa esposizione mediatica, attraverso presenze in film e pubblicità. Per molti entusiasti breaker rimane un stile di vita, per alcuni, uno sport serio dove competere in esibizioni e gare annuali di livello sia nazionale che internazionale, tra cui vanno sicuramente ricordati il The Notorius IBE, RedBull BcOne,Battle of the Year e il Freestyle Session.

Dal 2002 circa, il B-boying e le danze Hip Hop sono tornate alla ribalta in tutto il mondo. Le comunità on-line di b-boy e b-girl sono ormai centinaia e permettono di conoscersi, discutere, osservarsi, scambiare musica in tutto il globo. Oltre alla scena degli Stati Uniti, è venuta alla ribalta la scena tedesca (già famosa dagli anni ’90), francese e sud-coreana.

Condividi su